Gossip

Nadia Toffa: le sue ultime parole raccontate dalla mamma

La scomparsa della Iena Nadia Toffa ha lasciato un grande vuoto nei cuori di tutti gli italiani. Nadia moriva lo scorso 13 agosto a causa di una malattia durata per più di un anno ed oggi la mamma ha raccolto in un libro, Non fate i bravi, le sue ultime memorie. In un’intervista concessa al rotocalco di gossip, Grazia, mamma Margherita ha parlato di alcune conversazioni avute con la figlia negli ultimi suoi giorni.

 “Tutte le mattine ci svegliavamo e facevamo colazione insieme. Lei amava i datteri, le mandorle e lo yogurt agli agrumi. Sedute sul divano mi leggeva le frasi che aveva scritto, magari durante la notte. Mi chiedeva cosa ne pensassi. Erano tutti capitoli bellissimi, anche quelli più difficili”.

Le ultime parole di Nadia Toffa:

“Sì, parlavamo sempre della sua morte, di come sarebbe stato dopo”. “‘Mamma – prosegue poi Margherita, con le sue parole – ho l’impressione di avere a che fare con qualcosa di molto più grande di me’, diceva”. Lo stile di vita di Nadia?:“Un bicchiere di vino rosso a tavola e qualche sigaretta. Nonostante tutti i medicinali che era costretta ad assumere, le ultime analisi di Nadia erano perfette”

Margherita parla anche di chi ha fatto del male a sua figlia Nadia: “Delusione evitabile per lei? Purtroppo sì. Quella causata da chi le era vicino e non ha rispettato la sua volontà. Ma voglio che oggi si parli di lei pensando positivo e guardando al futuro”. 

Le ultime parole dette alla figlia sono struggenti: “L’ultima notte-conclude Margherita-, ho preso la forza e le ho detto: ‘Vola amore mio’ e lei l’ha fatto”. 

Proprio oggi, in tutte le librerie, è disponibile il libro di Nadia, Non fate i bravi.. e tu Nadia, sei sempre nei nostri cuori!

Articoli correlati
Gossip

Ecco quante vale un post di Kate e Meghan su Instagram

Gossip

Costanza Caracciolo incinta? Ecco la foto che toglie ogni dubbio

Gossip

Sesso nel 'Collegio'? Parla un allievo

GossipL' Isola dei Famosi

Giucas Casella chiede a Valeria Perilli di sposarlo